La sindrome Metabolica

La sindrome Metabolica

La Sindrome metabolica o  sindrome da insulino-resistenza, è associata a obesità e a diminuzione dell’attività fisica.

La diagnosi viene posta  quando un individuo presenta tre o più dei seguenti sintomi:
obesità addominale, ipertrigliceridemia,  basso livello di colesteroloHDL, ipertensione arteriosa e alterata   glicemia a digiuno.

Le persone affette da Sindrome metabolica sono a rischio di  sviluppare il diabete di tipo 2 e malattie  cardiovascolari. 

L’  insulina è un ormone che  permette al glucosio ematico di penetrare nelle cellule dell’organismo dove viene utilizzato per produrre energia.
Quando quantità normali di insulina non riescono a trasportare il glucosio all’interno delle cellule, ha luogo la “resistenza all’insulina”. In questo modo  la cellula resiste all’azione dell’insulina e il glucosio non riesce a penetrarvi. Quando ciò accade, il pancreas deve produrre una maggiore quantità di insulina per mantenere livelli glicemici normali.

Cosa causa la resistenza all’insulina? 
La causa esatta della resistenza all’insulina non è ancora del tutto chiara, comunque può svilupparsi se si verificano uno o più dei seguenti fattori:

essere in sovrappeso o obesi;

avere una dieta ipercalorica, una dieta ricca di carboidrati o ad alto contenuto di zuccheri;

avere uno stile di vita sedentario;

assunzione di alte dosi di steroidi per un lungo periodo di tempo;

essere sempre sotto stress;

essere affetti da policistosi ovarica.

Per ridurre l’insulino resistenza, è fondamentale ridurre l’introito calorico e incentrare la propria alimentazione quotidiana su alimenti a basso indice glicemico e fare attività fisica .

Tra i farmaci più utilizzati per contrastare l’insulino resistenza, troviamo la metformina che è un farmaco insulino sensibilizzante.

Dott.ssa Roberta Pisano